Comitato promotore per una campagna di adesioni individuali al Partito della Sinistra Europea

Vaccini anti Covid-19: importantissima risoluzione del Parlamento Europeo

Dopo mesi di vergognoso temporeggiamento della destra e tattiche dilatorie, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione per affrontare l’epidemia di AIDS che include una richiesta della sinistra di rinunciare ai diritti di proprietà intellettuale sui vaccini Covid-19.

La proposta sostenuta dagli eurodeputati di sinistra richiede anche la rinuncia ai diritti di proprietà intellettuale per le attrezzature e altri trattamenti, sollecitando le aziende farmaceutiche a condividere le loro conoscenze e i loro dati attraverso il Pool di accesso alla tecnologia COVID-19 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (C-TAP).

“Dopo mesi di intensa campagna, il gruppo di sinistra al Parlamento europeo ha ottenuto una vittoria decisiva nella lotta globale per rimuovere le barriere dei brevetti e rendere i vaccini un bene comune”, ha detto la copresidente della sinistra Manon Aubry.

“Grazie al nostro emendamento, il Parlamento europeo ora sostiene ufficialmente la rinuncia ai TRIPS. Il Parlamento manda un messaggio chiaro al Consiglio e alla Commissione che si sono ostinati ad opporsi alla proposta dell’India e del Sudafrica all’OMC. È ora che smettano di difendere i profitti di Big Pharma al di sopra della vita delle persone. L’inazione uccide e il mondo ci sta guardando”, ha aggiunto Aubry.

Il co-presidente Martin Schirdewan ha chiesto all’UE di accelerare la rinuncia ai brevetti nei forum internazionali:

“I grandi gruppi si sono fatti in quattro per bloccare la presa di posizione del Parlamento europeo a favore della rinuncia ai brevetti prima della riunione dei ministri della salute del G20 e del Consiglio TRIPS dell’OMC il mese prossimo. Hanno perso. Il Parlamento ha espresso chiaramente che si aspetta che l’UE si unisca al resto del mondo nel sostenere la rinuncia ai diritti di proprietà intellettuale su vaccini e trattamenti Covid-19.

“Dall’inizio della pandemia, la sinistra è stata una voce di primo piano nel chiedere che i vaccini e i trattamenti del Covid-19 siano resi un bene pubblico. L’approvazione di questa risoluzione, che esprime la volontà del Parlamento, è il culmine di impressionanti mobilitazioni popolari in tutta Europa – in solidarietà con il Sud del mondo – dove la sinistra ha giocato un ruolo importante. Manda un chiaro messaggio all’UE che la vita delle persone deve venire prima dei profitti delle multinazionali. Ogni giorno in cui l’accesso ai vaccini è ritardato, 9.946 vite vengono perse. L’inazione uccide. Presidente Von der Leye, stiamo guardando”.

Il mese scorso, il Partito Popolare Europeo (PPE) di centro-destra, il centro-sinistra (S&D) e i liberali (Renew Europe) hanno votato per respingere la deroga all’accordo TRIPS.

Giorni dopo, il presidente americano Biden ha annunciato il sostegno dell’America alla sospensione dei brevetti, rendendo l’UE il principale bloccatore di questa misura vitale per battere la pandemia.

La Germania, sede di BioNTech, che ha un contratto di fornitura di vaccini del valore di miliardi di euro con l’UE, si dice sia tra quelli che bloccano i progressi.

La settimana scorsa le destre e i liberali nel Parlamento europeo hanno ritardato il voto su una risoluzione sulla rinuncia ai TRIPS, per bloccare i progressi in una prossima riunione cruciale del WTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *