Comitato promotore per una campagna di adesioni individuali al Partito della Sinistra Europea

Giornata mondiale della salute: nessun profitto sulla pandemia

Nella Giornata Mondiale della Salute, La Sinistra Europea vuole riaffermare il suo sostegno all’iniziativa dei cittadini europei “nessun profitto sulla pandemia”, una campagna cruciale per un accesso sicuro alle cure e ai vaccini per tutti in Europa. Il diritto alla salute può essere conquistato solo attraverso uno sforzo più ampio per costruire un’Europa più democratica, con un sistema sanitario gestito nell’interesse delle persone, non di big pharma.

Trovate qui la dichiarazione del presidente dell’European Left in vista della Giornata Mondiale della Salute del 2021

Trovate qui il link alla dichiarazione del gruppo di lavoro dei servizi pubblici di EL, che contiene la proposta di istituire un centro pubblico per i farmaci in Europa e nel mondo

Questa campagna è in linea con la svolta radicale del sistema sanitario che la sinistra europea chiede dallo scoppio di questa pandemia, cioè la creazione di un fondo europeo per la salute finanziato dalla BCE. Attraverso la nostra campagna “Protect our future” l’EL vuole proporre un modello alternativo per questa Europa: è ora di rompere con il passato, abbandonando l’austerità e tutte le politiche che ostacolano e impediscono un’Europa sociale!

I comunicati stampa e le previsioni di profitto non consegneranno i vaccini ai comuni cittadini europei. Di fronte al crescente numero di morti per il covid-19, i governi devono eliminare i diritti di proprietà intellettuale per aumentare la produzione e salvare vite.

L’accesso ai vaccini e ai trattamenti deve essere garantito a tutti, in Europa e nel mondo. Questo è possibile solo eliminando le restrizioni sulla proprietà intellettuale per aumentare massicciamente la produzione. Una tale mossa rappresenterebbe una rottura radicale con la logica neoliberale che finora non è riuscita a fornire soluzioni alla crisi sociale e sanitaria.

La Commissione europea ha fallito nella sua strategia per garantire una distribuzione equa ed efficiente dei vaccini. La Commissione deve essere ritenuta responsabile del calo della produzione e dell’offerta. Ma questo è impossibile quando non si rispettano i livelli minimi di trasparenza. Invece, hanno scelto di proteggere i profitti delle corporazioni farmaceutiche e di non rivelare sezioni chiave dei contratti con i fornitori di vaccini allo scrutinio pubblico.

Il mantra delle “soluzioni guidate dal mercato” che ha dominato la politica dal 2008 ha lasciato gli europei aperti al ricatto di Big Pharma. Vaccini efficaci contro il covid-19 non sarebbero mai stati possibili senza massicci investimenti pubblici nella ricerca, sia prima che durante la pandemia.

Una minaccia collettiva richiede una risposta collettiva, non profitti privati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *